Voli Parigi

“Ci sono solo due posti al mondo dove possiamo vivere felicemente: a casa e a Parigi.”

(Ernest Hemingway)   

Una cultura a tutto tondo

Gli antichi romani fondarono Parigi nel 53 a.C. chiamandola Lutetia Parisiorum. Oggi, nonostante siano trascorsi più di 2000 anni, Parigi è universalmente considerata una delle più belle città del Mondo, primato confermato dai 28 milioni di visitatori che arrivano ogni anno nella capitale francese.

La città, adagiata lungo un’ansa della Senna, è la culla della cultura, della gastronomia, della politica e della finanza mondiale. Impossibile non restare affascinati dai suoi quartieri (arrondissement), ognuno con le sue attrazioni e con i suoi variegati abitanti, retaggio di una colonizzazione che arrivò ad estendersi sui cinque continenti e che oggi rappresenta un vanto culturale del Paese.

Si dovrebbe iniziare il proprio giro cittadino da dove tutto è iniziato: l’attuale Quartiere Latino (Quartier Latin) lungo la Rive Gauche della Senna. Dopo aver visitato il Palazzo del Lussemburgo (Palais du Luxembourg) che oggi ospita il Senato francese e passeggiato nei meravigliosi giardini (jardin) adiacenti, ci si può ritemprare lo spirito abbandonandosi alla cultura con la visita ai monumentali edifici che ospitano l’Università della Sorbona, una delle più antiche e prestigiose istituzioni culturali mondiali.

Percorsi artistici e culturali

Il visitatore di Parigi non può e non deve sottrarsi dalla visita più classica e scontata, ma anche più affascinante, del monumento più famoso della città, la Torre Eiffel  (Tour Eiffel) per ammirare la città dall'alto dei suoi 324 metri. La torre, simbolo cittadino, ancora oggi non smette di turbare gli animi degli intellettuali francesi ed è stata fino al 1930 la struttura architettonica più alta del mondo. E visto che la cultura non è mai abbastanza, una giornata dovrebbe essere dedicata alla visita del museo del Louvre che, con i suoi 9 milioni di visitatori l’anno, è il museo d’arte più visitato al mondo: forse è per questo che la Gioconda di Leonardo da Vinci ha quello sguardo così enigmatico! 


Ma la bellezza di Parigi si ammira meglio lungo la Senna, a bordo di un bateau-mouche durante un tramonto: la città si distende agli occhi del visitatore che può godere le meraviglie architettoniche, lontano dal caos cittadino. Potrà ammirare da una prospettiva magica l’Ile de la Cité, una delle due isole fluviali della città per poi scorgere l’imponente bellezza della Cattedrale di Notre Dame, mentre le passeggiate lungo la Senna si popolano di innamorati e di artisti di strada, dando vita ad una classica cartolina animata della città parigina.

Fascinosa e senza tempo

La “ville lumiere”, soprannome con cui è nota la città grazie al prepotente progetto di illuminazione cittadino voluto dal Maresciallo Nicholas de La Reynie, ha una bellezza senza tempo: Parigi è una signora che conserva meravigliosamente il fascino che il tempo non può far altro che impreziosire con qualche ruga, lasciando il visitatore estasiato, senza parole. Ma Parigi non è solo arte e cultura: oggi il quartiere finanziario de La Defense ospita una trentina di imprese inserite nel “Fortune Global 500” che proietta la città francese davanti a giganti dell’economia come Londra, New York o Pechino. Grazie agli investitori stranieri, arabi soprattutto, che la città sta vivendo una nuova giovinezza e una rinnovata voglia di primeggiare.

Come nel calcio, ad esempio, che ha visto la tradizione francese affermarsi con fatica rispetto ai rivali di sempre, club inglesi e italiani. Ma oggi, grazie ad investitori del Qatar, anche lo storico club cittadino del Paris Saint Germain, può sognare trionfi europei e mondiali con calciatori di livello internazionale come Ibrahimović e Cavani, strappati ai loro club di appartenenza a suon di milioni di euro.

Eccellenze gastronomiche

E in attesa di alzare al cielo la Champion’s League, i parigini (ma anche i visitatori) si consolano con le meraviglie della cucina francese, centro di eccellenza mondiale del palato, aiutata, come sempre da Madre Natura, che offre a questi luoghi primizie coltivate dalle sapienti mani degli agricoltori locali e trasformate dagli Chef stellati.

Potrete anche decidere di assaggiare soltanto un pezzetto di formaggio Camembert ma vi accorgerete che la presentazione sarà da standing ovation; addentrandovi nelle delizie del fois gras, della sogliola alla mugnaia (sembra fosse il piatto preferito da Re Luigi XIV), della Quiche Lorraine o semplicemente addentando un Croque Monsieur ad un bistrot parigino percepirete il vero sapore e la tradizione della cucina francese. E anche se Parigi è lontano da Marsiglia dove il piatto è nato, non fatevi sfuggire l’occasione di gustare una prelibatezza, la Bouillabaisse, una splendida zuppa di crostacei e pesce, rigorosamente scartati dalla vendita del pesce al mercato.
Non a caso, l’Unesco, ha inserito nel 2010 il pasto gastronomico alla francese tra i Patrimoni Mondiali Immateriali dell’Umanità. Quindi non si può far veramente a meno di fare una visita a Parigi!

Cosa aspetti? Prenota ora un volo Alitalia e parti subito.

CERCA IL TUO VOLO

DA
Inserisci la città di partenza
A
Inserisci la città di arrivo
Inserisci la data di partenza
Inserisci la data di ritorno