Voli Francoforte

Situata strategicamente nel cuore della Germania, nella regione dell’Assia, Francoforte è una città la cui vivacità e multiculturalità attira ogni anno milioni di visitatori. La ricostruzione post bellica ha salvato solo pochi ma significativi edifici storici: il Römer (il municipio con le caratteristiche case a graticcio), la Paulskirche (la chiesa di San Paolo, ormai sconsacrata) e la casa di Johann Wolfgang von Goethe, sicuramente il cittadino di Francoforte più famoso e illustre.

Cuore finanziario o vino alle mele?

Per il resto tutto è stato ricostruito secondo un’urbanizzazione moderna e avveniristica, che oggi ospita il cuore finanziario d’Europa: moltissimi grattacieli superano i 200 metri di altezza: la Messeturm (la Torre della Fiera, 257 m), la Westendtower (che ospita gli uffici della DZ Bank, 208 m) e la Main Tower con una piattaforma a 200 metri d'altezza. Ma probabilmente quello più famoso è la Torre della Commerzbank, che fino al 2005 era la torre più alta d'Europa con i suoi 259 metri, 56 piani e 121.000 metri quadrati di spazio per gli uffici del centro direzionale della banca e per gli splendidi giardini d'inverno.

Questi edifici hanno conferito a Francoforte alcuni stravaganti soprannomi, retaggio della cultura capitalistica americana. Non è inusuale sentire chiamare la città Bankfurt, Mainhattan (gioco di parole tra Main, il fiume Meno e Manhattan, cuore finanziario di New York). È indubbio inoltre che molto della popolarità della città sia merito dell’Euro: la città ospita la prestigiosa e temuta Banca Centrale Europea, incaricata della gestione della politica monetaria europea.

Ma il successo di Francoforte e dei suoi abitanti sta nell’aver saputo coniugare la tradizione con la modernità, l’ambizione rappresentata dallo sviluppo finanziario con la conservazione della cultura; lo dimostra il crescente numero di case editrici che si incontrano nella consueta Fiera del Libro (la Frankfurter Buchmesse) la più prestigiosa manifestazione editoriale d’Europa, che ogni anno attira oltre 300.000 visitatori e ben 9.000 espositori. Ma anche il crescente fervore culturale rappresentato, anche dalla prestigiosa università intitolata a Goethe, che rappresenta il centro di eccellenza nella ricerca scientifica in Germania, e dall’impressionante proliferare di musei (ben 13 aperti solo negli scorsi decenni) lungo le due sponde del fiume Meno.

Vivere Francoforte

Proprio il fiume, rappresenta uno dei simboli della città a cui abitanti e visitatori sono particolarmente attaccati: nei momenti di relax le rive si affollano di gente in un rito ciclico di avvicinamento dell’uomo alla natura; il fiume, che rappresenta grazie alla sua navigabilità, uno dei canali di comunicazione più importanti della Germania, ha visto lungo le due sponde cittadine nuove urbanizzazioni e modelli di architettura cittadina per nuovi quartieri residenziali.
La città ha un meraviglioso equilibrio tra sacro e profano: non è inconsueto incrociare turisti intenti a scovare ogni angolo di bellezza che la città riserva e contemporaneamente incontrare brokers che freneticamente corrono per chiudere qualche importante contratto per una delle banche per cui lavorano.
È il fascino di una metropoli che stenta a isolarsi nella modernità per mantenersi felicemente a “misura d’uomo”.
Sarà per questo che Francoforte è la città tedesca più multiculturale: ben il 42% degli abitanti ha origini non teutoniche che rappresentano oltre 180 nazioni nel mondo e coniugano proficuamente il concetto di globalizzazione con quello di integrazione.

La patria del sidro…

Passeggiare nel piccolo e raccolto centro storico della città, perdersi tra le stradine acciottolate per arrivare al quartiere di Saschenhausen ed entrare in una delle numerose Apfelweinkneipen, le taverne del sidro, dove degustare la bevanda locale per antonomasia, il sidro (Apfelwein oppure Ebbelwoi, come nominato dai locali) che tra l’alto simpaticamente dà origine a un altro soprannome della città, Big Äppel. Nelle rigide notti dell’inverno gli abitanti sono soliti scaldarlo e aromatizzarlo con la cannella, con una fetta di limone o con entrambi ed è la classica bevanda dei Mercatini di Natale, insieme al tipico Glühwein, il vin brulè.

Prelibatezze a prova di dieta

Entrate nella Bockenheimerstrasse, il vicolo di Francoforte riservato alle trattorie locali e lasciate ogni ambizione di dieta: qui si può gustare la cucina tradizionale che, calorie a parte, lascerà stupefatti i palati più ricercati. Si può iniziare con un Handkäse mit Musik (il formaggio con la musica), dalla morbida consistenza, con molta cipolla e dall'odore particolarmente forte, per passare alle salsicce con i crauti arricchiti con la grüne Sosse, una salsa verde a base di erbe.

Cosa aspetti? Vola a Francoforte con Alitalia e scopri tutte le bellezze di questa regione.

CERCA IL TUO VOLO

DA
Inserisci la città di partenza
A
Inserisci la città di arrivo
Inserisci la data di partenza
Inserisci la data di ritorno