Voli Ancona

C’è gusto a volare ad Ancona! La Mole Vanvitelliana, il porto, il Passetto; ma anche parchi suggestivi come quello del Cònero: Ancona è una località speciale per ricaricare le batterie, tuffarsi nel verde e godersi il mare. Se non hai mai visitato questa città, è il momento di rimediare: guarda quanti itinerari e consigli tutti per te, per partire alla scoperta di Ancona e delle sue incredibili attrazioni.

Ancona, sapore di mare

I migliori amici di un’estate? Spiaggia, mare, musica in cuffiette e asciugamano. Se anche tu la pensi così, allora Ancona ha tutto quello che serve per farti trascorrere ore meravigliose. La prima cosa da fare è volare direzione Passetto, una spiaggia rocciosa molto suggestiva anche per la presenza delle famose grotte scavate nella roccia. Serviranno pure come riparo per piccole imbarcazioni, ma a vederle le grotte del Passetto, con le loro forme e colori, sono davvero piccole opere d’arte en plen air.

Ma sabbia dorata e mare cristallino –più i tipici, affascinanti, ciottoli bianchi in alcune zone del litorale- sono anche a Portonovo: eccoci ai piedi del Monte Cònero, dove la spiaggia di Portonovo come una calamita attira bagnanti da tutto il mondo. D’altra parte quando sei la “Perla dell’Adriatico”, c’è poco da fare: troppo fascinosa per resistervi!

E poi la spiaggia di Mezzavalle: bianca, un po’ selvaggia, con tanta natura tutt’intorno. Il mare non è mai stato più avventuroso di così.

Semplicemente monumentale

Musei, edifici storici, monumenti antichissimi: Ancona è un tuffo in un mare… Di storia. A partire dalla Mole Vanvitelliana, il celebre pentagono situato nel porto e collegato via ponti alla terraferma. In passato la Mole è stata un Lazzaretto, oggi è un importantissimo centro culturale che ospita mostre e festival della musica.

Ancona è la sua Mole, ma soprattutto l’Arco di Traiano, il suo simbolo. Segni particolari: è in marmo, del 115 d.C., realizzato da Apollodoro di Damasco per celebrare la vittoria sui Daci.

Mare… Verde!

Il panorama anconitano è uno spettacolo per gli occhi. La prima tappa obbligata per ogni amante della natura è il Monte Cònero e il suo Parco, che più di un parco regionale è una vera e propria distesa di verde a non finire. Al Parco del Cònero ci sono ben 18 sentieri in cui immergersi, per vivere verde a perdifiato. Tra le escursioni guidate, è notevole il Grande anello del Cònero, che porta a paesaggi come Pian Grande e Pian di Raggetti. Per chi ha velleità botaniche e il pollice verde, sarà bellissimo ammirare dal vivo alcune varietà molto particolari come l'euforbia arborescente e la violaciocca.

Fare birdwatching al Parco del Cònero è una pacchia: tra i volatili che avrete fortuna di seguire con lo sguardo, spiccano gli aironi e il falco pellegrino.
Il Cònero però è affascinante anche per un altro motivo: conoscete le sue leggende? Pian Grande sembra che nasconda un grande tesoro, mentre tra gli scogli de Le due Sorelle abitava una sirena, che insieme a un Demone marino irretiva e imprigionava i poveri marinai che la incontravano. In più si dice pure che in zona Cònero siano stati avvistati addirittura degli UFO!

È pronto in tavola!

Fame? La cucina anconetana porta in tavola piatti squisiti; ecco qualche prelibatezza da assaporare quando arriva un certo languorino: tra i primi il vincisgrassi, pasta al forno con ragù e spolverata di parmigiano: un must.
Per i secondi, provate a visitare Ancona senza assaggiare lo stoccafisso all’anconitana: impossibile! Gli ingredienti del successo: acciughe, carote, rosmarino, cipolla e pomodori per il sugo.

Queste vacanze fatti prendere per la gola da Ancona, con Alitalia!

CERCA IL TUO VOLO

DA
Inserisci la città di partenza
A
Inserisci la città di arrivo
Inserisci la data di partenza
Inserisci la data di ritorno