Vedi Napoli e poi… t’innamori

Fondata con il nome di Partenope, nome di una leggendaria sirena, Napoli sorge dalle acque dell’omonimo golfo, abbracciata dal Vesuvio. Su uno sfondo che le cartoline di tutto il mondo sembrano aver fermato nel tempo, si staglia il Castel dell’Ovo, dal quale potrete ammirare un panorama romantico e sentire l’odore tentacolare del mare. Non troppo lontano dal porto potrete invece visitare il Castel Nuovo, meglio conosciuto come Maschio Angioino, la scenografica Piazza del Plebiscito, la monumentale Galleria Umberto I e il maestoso Teatro San Carlo, adiacente al Palazzo Reale.

Da queste strade potrete raggiungere in pochi passi la vecchia Neapolis, il centro storico, patrimonio dell'umanità dall'UNESCO dal ’95, che custodisce chiese tra le più antiche d’Italia e nasconde tra i suoi antichi decumani opere d’arte da scoprire, come l’impressionante Cristo velato del Museo Cappella di San Severo o il Tesoro di san Gennaro nell'imponente Duomo. Seguendo la Spaccanapoli, che divide nettamente in due la città, potrete imbattervi in piazza del Gesù, famosa per le emblematiche pareti della chiesa del Gesù nuovo, sulle quali sono incise le note musicali di una misteriosa melodia biblica, e per il meraviglioso chiostro maiolicato del Monastero di Santa Chiara. Percorrendo l’affollata via San Biagio dei librai prendetevi un minuto per fotografare l’originale altarino dedicato al mitico Maradona e addentratevi a via San Gregorio Armeno, la strada dei mastri presepai napoletani, perfetto mix tra sacro e profano.

Napl state of mind

Non è un caso che John Turturro abbia chiamato Passione il suo documentario su Napoli e la sua musica: il popolo partenopeo ha sempre il cuore pulsante! E’ impossibile aggirarsi per i vicoletti del centro storico e non sentire qualche signora che canta dal suo balcone mentre stende i panni al sole, i ragazzini urlare l’inno della squadra azzurra mentre giocano a pallone per strada, i venditori ambulanti o i negozianti che offrono ai loro clienti prodotti di ogni specie a suon di musica. Quell’amore verace potrete sfiorarlo anche sui volti degli innamorati, che s’abbracciano o si baciano sul lungomare come se l’azzurro del loro mare non potesse sbiadire mai. E a proposito di musica se vedrete in giro la scritta “Napl state of mind”, sappiate che si riferisce alla riscossa dei giovani artisti: dal giovane salernitano Rocco Hunt al napoletano Clementino, l’hip hop e il rap campano negli ultimi tempi testimoniano la voglia dei giovani di riemergere dalle macerie di Pompei.

L’oro in cucina

Se avete poco tempo da trascorrere a Napoli, il vostro tour enogastronomico non può non iniziare in una delle caffetterie vicine a Piazza del Plebiscito: una tazza di caffè nero bollente, “al volo”, come si dice per una vecchia tradizione, è il modo migliore per assaporare gli aromi di questa città. E una sfogliatella ancora calda, “riccia o frolla”, è la prova che la pasticceria locale arricchisce mente e stomaco! Seguendo il profumo del pane appena sfornato, dei frutti di mare pescati all’alba, del ragù che bolle in pentola per notti intere nelle case delle più abili signore, potrete restare nei dintorni di Mergellina o raggiungere Via dei Tribunali dove vi aspetta la pizza più buona, leggera e patriottica del mondo: il rosso dei pomodori che crescono lungo le pendici del Vesuvio, il verde brillante del basilico fresco e il bianco latte della mozzarella dop sono gli ingredienti di un piatto di cui non riuscirete più a fare a meno.

Se invece riuscite a spostarvi non perdetevi le prelibate costine del maialino nero a Caserta, un calice di vino tra le campagne di Avellino, un “panuozzo” ripieno di salumi e formaggi a Gragnano, una fetta di torta Caprese nell’isola dei Faraglioni, un bicchierino di buon limoncello artigianale o un piatto di gnocchi a Sorrento, un dolce subliminale sulla costa amalfitana.

Cosa aspetti? Prepara le valige e approfitta dell'offerta per Napoli da 102 € andata e ritorno, tutto incluso, anche il bagaglio!

Prenota ora

© Angelo DeSantis

© Angela Cinicolo

© Augusto De Luca

© ioalexx

© ioalexx